olio essenziale di zenzero

Carburazione lenta al mattino? Prova con l’olio essenziale di zenzero!

Siamo mentalmente pigri e di cattivo umore almeno fino alle 11.00 del mattino? Niente paura, l’ olio essenziale di zenzero è qui per aiutarci.

Noto per il suo marcato effetto riscaldante e la sua capacità di stimolare le energie del corpo, quest’olio dal profumo caldo, speziato e canforato, si addice proprio a persone particolarmente flemmatiche e intorpidite.

Si ottiene per distillazione in corrente di vapore del rizoma essiccato o fresco dello Zingiber officinale (scopri le proprietà dello zenzero). È un olio molto attivo e potente, ne bastano poche gocce.

Può essere inalato al bisogno, mettendo alcune gocce direttamente su un fazzoletto di carta. Può essere applicato direttamente sulla pelle previa diluizione in un olio vettore (come ad esempio l’olio di mandorle dolci o l’olio di jojoba).

È perfetto per il massaggio. Evitate, invece, di utilizzarlo su viso, collo e altre zone sensibili, potreste rischiare di ustionarvi. Da evitare assolutamente anche il contatto con le mucose degli occhi.

Il mio consiglio? Testate sempre l’olio su una piccola porzione di pelle prima di usarlo per verificare l’eventuale sensibilità dermica. Da non usare in gravidanza e allattamento e sui bambini sotto i 12 anni.

È possibile beneficiare delle proprietà di quest’olio essenziale anche diffondendolo nell’ambiente (1 goccia per mq) con un brucia essenze (diffusore a candela), un diffusore elettrico o un diffusore spray.

Olio essenziale di zenzero: i benefici prêt-à-porter

Grazie al suo effetto tonico, l’ olio essenziale di zenzero è utile in caso di astenia generale e impotenza. È indicato anche in caso di esaurimento nervoso. Se inalato, restituisce vigore e vitalità, accentua la prontezza di riflessi e il coraggio.

In più, è un drenante delle tossine, combatte gli stati di indurimento psichico sciogliendo le rigidità e ripristinando il fluire delle emozioni e inclina a superare la solitudine facendo nascere la voglia di socializzare.

È un ottimo antidolorifico e antivirale. Va da sé che in presenza di bronchite cronica, raffreddore, faringite, tonsillite, affezioni reumatiche, dolori muscolari e articolari, mal di denti, mal di schiena, mal di testa e cervicale, ci può dare una grossa mano.

Lo possiamo inalare, mettendo da 2 a 4 gocce su un fazzoletto di carta o in una bacinella con acqua molto calda (suffumigi). In caso di massaggio, diluire 20 gocce di olio essenziale in 100 ml di olio vettore.

L’ olio essenziale di zenzero è utile anche in caso di inappetenza, digestione lenta, nausea, meteorismo, stipsi e diarrea, grazie alla sua azione antinausea e al suo effetto carminativo e digestivo.

Per alleviare la nausea e/o favorire la digestione, miscelare 1 goccia di olio essenziale di zenzero con un cucchiaino di olio vegetale (a propria scelta fra olio di jojoba, mandorla o cocco) e massaggiare i polsi (interni ed esterni) e la pianta del piede, in prossimità dell’arco plantare.

DMCA.com Protection Status
Alessandra Piazza

Articolo di: Alessandra Piazza

Mi chiamo Alessandra, vivo a Milano e sono naturopata. Mi occupo della persona nella sua totalità e la natura, così...