ayurveda, scienza, massaggio

Ayurveda: una scienza medica antica per stare bene con se stessi e con il mondo

Scopri i trattamenti e i rituali beauty e wellness che regalano equilibrio, beatitudine e rilassamento profondo

L’esistenza biologica è la danza dei tre dosha: vata (vento), pitta (fuoco) e kapha (acqua). La vita è un arazzo multicolore che rappresenta il loro movimento e i vari giochi di equilibrio e squilibrio, di unione e divisione. Queste tre forze colorano e determinano le condizioni di crescita e invecchiamento, di salute e malattia. […] Uno dei tre dosha predomina in ogni individuo e diventa la parte determinante della sua particolare costituzione, del suo tipo corporeo o mentale. David Frawley, Yoga e Ayurveda

Vata, pitta, kapha, i tre dosha, le tre energie dinamiche presenti in ciascuno di noi che influenzano e definiscono la nostra costituzione psicofisica (prakriti) e sono responsabili di tutte le attività che avvengono fuori e dentro di noi e da cui dipende il nostro equilibrio. Ecco, quando pensiamo all’Ayurveda spesso queste tre parole sono le prime che ci vengono in mente. Ma in verità l’Ayurveda non è solo vata, pitta e kapha.

L’Ayurveda è la scienza più sacra della vita, benefica per gli esseri umani sia in questo mondo che nel mondo dell’aldilà. (Charaka Samhita, Sutrasthana, I.42-34)

Ayurveda (ayur=vita, veda=conoscenza) è la conoscenza della vita, intesa come tutto ciò che può allungare o accorciare l’esistenza, tutto ciò che può dare gioia o dolore, tutto ciò che può mantenerci in uno stato di equilibrio e salute o portarci in uno stato di squilibrio e malattia.

L’Ayurveda è uno dei più incredibili sistemi di medicina olistica del mondo, copre tutti gli aspetti della salute e del benessere (fisico, emotivo, mentale e spirituale). È la scienza vedica della guarigione del corpo e della mente che, attraverso regole e consigli, ci mostra come vivere in armonia con la nostra costituzione (sia per prevenire le malattie sia per utilizzare il pieno potenziale dell’anima) e come realizzare uno stile di vita orientato all’equilibrio personale e col mondo che ci circonda.

È un sistema di medicina naturale dove sono contemplate anche erbe e dieta (guarigione del corpo fisico), ma la parte più importante è rappresentata dalle pratiche spirituali quali la meditazione (guarigione della mente e del corpo sottile).

Ristabilire la completezza nel corpo, nella mente e nello spirito è ciò che tutti noi ricerchiamo individualmente e collettivamente. David Frawley, Yoga e Ayurveda

A questo punto della storia, la domanda che può sorgere spontanea è: “Ma, se io non sono interessato ad abbracciare dieta, erbe e meditazione, può l’Ayurveda aiutarmi comunque a stare meglio?” La risposta è: “Certamente sì, massaggio docet!”

ayurveda, scienza, massaggio

Abhyanga: la scienza ayurvedica incontra il massaggio

Abhyanga, un trattamento antico e magnifico, un massaggio profondo e rilassante, un rituale indiano per riportare in equilibrio l’energia vitale, ritrovare armonia, leggerezza e un nuovo benessere. Movimenti ampi, olio, unzione, fagottini a base di erbe medicate (pinda), bagno di vapore, sudorazione e disintossicazione (o depurazione profonda nel caso dei trattamenti panchakarma), questo è Ayurveda, questo è Abhyanga; non esiste uno stile predefinito, non esiste un massaggio uguale all’altro.

A fare la differenza sono sempre le mani dell’operatore, la sua esperienza, l’abilità e la tecnica. In tutti i massaggi questo aspetto è fondamentale, nell’Ayurveda è un must! È molto importante dunque scegliere bene il centro e il massaggiatore, non solo per trarne il massimo beneficio ma per evitare le brutte sorprese dovute all’imperizia (gli inesperti purtroppo ci sono anche qui!) che, particolarmente nei trattamenti ayurvedici, non perdona. Solo mani esperte e allenate sanno leggere i segnali del corpo, sanno cosa evitare, sanno quando agire e quando fermarsi, captano le differenti necessità e si muovono di conseguenza.

Via libera a beatitudine e rilassamento profondo con i trattamenti beauty

Naturalmente c’è anche la possibilità di scegliere l’Ayurveda per fini puramente estetici (per chi non lo sapesse, la scuola di beauty ayurvedica è di un’eccellenza sublime). E allora via libera a glutei più sodi e dimagrimento con Udhwarthanam (massaggio a secco con polveri medicate) o Garshan (trattamento con guanti di seta e polveri ayurvediche snellenti) e trattamenti anti-age con Shirodhara (flusso continuo di olio sulla fronte, utilissimo tra l’altro per trattare tutte le patologie e le problematiche legate al sistema nervoso) e Pizhichil (bagno d’olio medicato).

Qualunque sia il trattamento prescelto e qualunque sia il fine per cui ci avviciniamo a quel trattamento, il rilassamento profondo è garantito così come un intenso senso di beatitudine (ananda), uno star bene con sé stessi nel qui e ora, indipendentemente da come vanno le cose, una sorta di libero stato di gioia che può creare dipendenza. E allora, a ciascuno il suo!

Vivere l’Ayurveda: il massaggio incontra l’arte di Michele Ranieri

Michele Ranieri è ricercatore e docente di Ayurveda e da oltre 30 pratica, con fare armonico, il massaggio ayurvedico appreso dai grandi maestri indiani come SV Govindan e S Birendha, massaggiatore personale di Sri Aurobindo (uno tra i più importanti filosofi e maestri spirituali dell’India moderna) e della compagna Mère. Michele ha un modo tutto suo di vivere e praticare l’Ayurveda, ha una sua filosofia, un suo stile, affinato in anni di pratica, di ricerca e di viaggi in moto in lungo e in largo per i villaggi dell’India, macinando chilometri e mangiando polvere. Qui in Italia è considerato un artista, un vero guru dell’Ayurveda. Io l’ho incontrato e ho toccato con mano la sua arte per voi.

A me piace vedere l’Ayurveda come una scienza sorella che ci aiuta a sviluppare il nostro potenziale, a realizzare il nostro dharma (una sorta di mission), sia con i trattamenti che con le regole per lo stile di vita, è una meravigliosa scienza di prevenzione ed è una scienza medica di altissima eccellenza. […] Nell’Ayurveda è molto importante invitare le persone a sviluppare uno stile di vita, c’è un’educazione alimentare di base, regole e giuste combinazioni da seguire, strettamente legate alla costituzione psicofisica di ciascuno di noi.

e ancora,

Tutto quello che rientra nel mondo del massaggio lo ritroviamo in Ayurveda, dal massaggio californiano al linfodrenaggio, dal massaggio svedese all’aromaterapia, tutto quello che esiste nel mondo in termini terapeutici è già contemplato in Ayurveda. L’Ayurveda ha 5000 anni o più di praticantato da darci. Quando mi dicono questo rimedio è sicuro perché è stato testato da 30 anni, mi viene da sorridere perché in Ayurveda ci sono rimedi, come la triphala*, che nascono nell’alba dei tempi. […] Lo Shirodhara, per chi crede nella reincarnazione, va a lavare i traumi delle memorie antiche. […] Gli oli utilizzati in Ayurveda sono dei veri e propri rimedi, si ottengono con lunghissimi e raffinati processi di lavorazione e più vecchi sono più buoni sono.

ha dichiarato Michele Ranieri.

*Triphala, un rimedio basato su tre frutti, Amalaki (Emblica officinalis), Haritaki (Terminalia chebula) e Bibhitaki (Terminalia bellerica), che non ha controindicazioni ed è consigliato, tra gli altri, per regolarizzare l’intestino, per problemi di candida e per problemi di pelle.

Così, dopo una lunga e proficua chiacchierata con Michele, tra una dissertazione filosofica e una tisana allo zenzero, mi concedo finalmente il tanto anelato massaggio con olio caldo e pinda. Profumo di lavanda e una musica di sottofondo ad accompagnare il mio viaggio nella beatitudine. Et voilà, il gioco è fatto! Om Shanti!

P.S. Chi fosse interessato ad approfondire il vero massaggio ayurvedico può contattare direttamente Michele Ranieri al 342/0636320 oppure via e-mail scrivendo a micheleanandaveda@gmail.com. E non dimenticatevi di fare il mio nome!

DMCA.com Protection Status
Articolo pubblicato il 12 Aprile 2016Categoria/e: Energia ritrovata ayurveda Visualizzazioni: 1224Permalink: https://ww ... ggio/
Valeria Antonelli

Articolo di: Valeria Antonelli

Questa sono io... Entusiasta, estroversa, eclettica. Laureata in Scienze Biologiche, consulente di comunicazione, autrice del libro "Non avrai altro intestino...