candida albicans, prurito intimo

Candida, quell’imbarazzante prurito intimo!

Sintomi, disagi, cause e rimedi naturali

Candida (Candida albicans), un lievito di per sé innocuo, che vive abitualmente nel tratto gastrointestinale e nelle mucose della maggior parte degli individui; in noi donne è un ospite fisso del canale vaginale. La sua presenza, di fatto, non crea particolari problemi ma, in alcuni momenti della nostra vita, può svilupparsi in eccesso e farsi sentire. Noi donne lo conosciamo bene perché, almeno una volta nella vita, abbiamo sofferto il disagio e il fastidio della sua invadente presenza, prurito intimo incluso!

Candida: sintomi e disagi di un disturbo tipicamente femminile

Candida o meglio Candida albicans, questo il suo nome scientifico. Chi di noi ne soffre abitualmente o ne ha sofferto, sa molto bene quali e quanti disagi questo lievito provoca quando decide di fare capolino. E allora ecco che prurito intimo, perdite vaginali biancastre, arrossamento e sensazione di gonfiore della mucosa vaginale, bruciore al momento della minzione, diventano il nostro peggior incubo.

dolci e zuccheri

Come si prende la candida vaginale?

Nella maggior parte dei casi le cause scatenati la candidosi vaginale sono legate a:

  • Vita stressante o evento particolarmente stressante.
  • Scarsa igiene intima o un detergente intimo che altera e riduce la nostra flora batterica vaginale.
  • Alimentazione sbagliata e/o sregolata in cui prevalgono cibi raffinati e industriali: questi creano un ambiente acido (pH inferiore a 7), terreno fertile per la proliferazione di agenti patogeni e l’indebolimento dei batteri buoni presenti nel nostro intestino e non solo (disbiosi).
  • Eccessivo consumo di prodotti alimentari ricchi di zuccheri raffinati che comportano acidosi, squilibrio della probiosi intestinale-vaginale (cioè l’insieme dell’intera flora batterica che abita nell’intestino e nel condotto vaginale). In più, causano malattie dismetaboliche (iperglicemia, diabete, ecc.), infiammazioni cardiocircolatorie e relative patologie (arteriosclerosi o irrigidimento delle pareti vascolari, ictus, infarti anche miocardici, placche ateromasiche) (Dwight Lundell, La leva di Archimede).
  • Calo delle difese immunitarie. A questo proposito vi invito a prestare molta attenzione ai prodotti presenti nel banco/frigo del supermercato e contenenti fermenti lattici poiché, in ambiente zuccherino=acido (come quello che si crea quando si scatena la candida), sono inattivi.
  • Predisposizione e/o intolleranza ai lieviti. Predisposizione che si può conoscere dalla lettura dell’iride (Iridologia) o dai comuni test per le intolleranze alimentari.

NB: le donne che soffrono di disturbi intestinali e sindrome dell’intestino irritabile, sono più soggette ad andare incontro a infezioni da Candida albicans.

Candida: santità o peccato? Il corpo parla

In alcuni casi però il manifestarsi della Candida albicans, specialmente se ricorrente, potrebbe in verità nascondere una malattia psicosomatica. E allora ecco che irritazione, perdite bianche e bruciore diventano i segnali di disagio che il nostro corpo lancia per attirare la nostra attenzione su un probabile conflitto psico-emotivo, un dualismo santità-peccato che ci riguarda molto da vicino.

Questo conflitto è spesso legato a un nostro bisogno inconscio di purificazione da una condizione traumatica e/o di disagio personale. Così, proprio attraverso l’imbiancamento (leucorrea), il nostro corpo rafforza questo dualismo esprimendo tutto il suo candore e pulizia, come se volesse mostrare la sua santità a dispetto di azioni particolarmente trasgressive (peccato).

rimedi naturali

Come curare la candida con rimedi naturali

Liberarsi della Candida albicans con rimedi naturali e dire finalmente addio a prurito intimo e fastidi vari, si può. La naturopatia e il naturopata, infatti, ci vengono in aiuto con un insieme di tecniche e scienze (fitoterapia, oligoterapia, floriterapia, iridologia e molte altre ancora), in grado di darci un sostegno completo.

Fitoterapia

Utilizza i principi attivi presenti in varie parti dell’organismo vegetale (radici, corteccia, gemme, foglie, fiori).

Antibiotici vegetali ad ampio spettro come l’E.S.P (estratto secco di pompelmo). Sconsigliato in gravidanza e allattamento.

Lapacho, un albero tipico dell’America del Sud, la cui corteccia ha proprietà depurative e immunostimolanti. È utile contro candidosi e/o micosi, in caso di Herpes labiale, affezioni cutanee, acne, foruncolosi e nelle infezioni batteriche da Stafilococco e Streptococco.

Gemmoderivati per leucorrea:

  • Brugo + Noce + Ontano Nero + Olivello.
  • Ginepro + Lampone.

Tintura Madre

  • Escolzia (papavero della California) + Fico + Eufrasia (NB: Escolzia può interagire con farmaci antitrombotici e diuretici).
  • Aglio o Agrimonia + Piantaggine (anche in questo caso attenzione all’interazione con i farmaci antitrombotici e diuretici).

Oligoterapia 

Termine che deriva dal greco Oligos che significa poco e, più in generale, indica scarsità. Utilizza gli oligoelementi, ossia sostanze semplici ma indispensabili alla vita sia animale sia vegetale, dosati e assunti in piccolissime quantità. Si tratta di minerali o metalli come, per esempio, manganese, rame, cobalto, oro e argento, disponibili in fiale o granuli, che agiscono sulla costituzione della persona, considerando l’organismo come un terreno da curare.

  • Argento colloidale, antibiotico ad ampio spettro utile da usare anche direttamente su ferite.
  • MSM (metil-sulfonil-metano), zolfo organico utile per curare Candida Albicans ma anche micosi e patologie articolari e muscolari.
candida albicans, rimedi naturali

Floriterapia 

I fiori di Bach, studiati e prodotti da Edward Bach secondo un metodo preciso, hanno la funzione di correggere determinati comportamenti e problemi non solo fisici, agendo così sulla sfera emotiva e sui piani aurici (mondo del sottile). Qui, ho volutamente scelto di inserire e spiegare cinque fiori che agiscono sulla Candida albicans a livello psicosomatico e dei quali troverete, quindi, una lettura psichico-fisica.

Chicory

Sul piano fisico Chicory agisce sui disturbi urogenitali. Sul piano emotivo stimola l’amore disinteressato, l’apertura agli abbracci, la cordialità e il contatto umano, eliminando possessività, autocommiserazione ed egoismo e, soprattutto, il ricatto affettivo.

Crab Apple

A livello fisico questo fiore è utile per i disturbi della pelle, dell’intestino, in caso di calcoli biliari e di abusi sessuali o di traumi dati da un’educazione rigida. Sul piano emotivo favorisce lo sviluppo della giusta prospettiva perché agisce ridimensionando l’ossessione per la pulizia maniacale e la sensazione di sentirsi sporchi dentro e/o fuori.

Crab Apple è utile anche nel caso in cui la Candida albicans non dipenda da un conflitto psico-emotivo, poiché questo fiore ha primariamente una funzione di pulizia, è una sorta di antibiotico delle energie e quindi della materia.

Star of Bethlehem

Sul piano fisico è utile per sciogliere nodi traumatici, cicatrici, rotture e nei casi di dismenorrea (difficoltà o rifiuto ad accettare il cambiamento da bambina a donna). Sul piano emotivo stimola la vitalità interiore, la forza, la chiarezza e l’adattamento alle modifiche energetiche. Utile nei casi di shock emotivi e fisici non superati dal corpo.

Water Violet

Sul piano fisico agisce nei casi di frigidità, irrigidimento articolare e reumatismi autoimmuni. Sul piano emotivo stimola la tolleranza, l’affidabilità e la simpatia, riducendo il senso di isolamento e gli atteggiamenti di superiorità e orgoglio.

Rock Water

A livello fisico agisce sui disturbi mestruali e sulla rigidità muscolare. Sul piano emotivo favorisce la flessibilità e l’equilibrio e l’integrazione fra spirito e corpo. È un ottimo supporto in caso di attacchi di panico e fobie. Questo significa che riduce le rigidità mentali, le esperienze represse e la brama di perfezione.

iridologia

Iridologia

Attraverso l’osservazione dell’iride (colori, segni, architetture), questa scienza indaga i disturbi fisici e psichici propri di una persona, inclusi temperamento, carattere, attitudini e potenzialità. La lettura è immediata e avviene per mezzo di una lente e di una luce bianca.

Nel caso specifico del disturbo da Candida albicans, riconducibile a un’alterazione del metabolismo degli zuccheri, quello che si osserverà nell’iride, saranno numerose macchie sui toni del marrone, indice di problemi di funzionalità di fegato e pancreas (Diatesi discrasica) oppure tofi o batuffoli di cotone di colore beige, riconducibili al solo pancreas (Diatesi essudativa).

Cosa fare per favorire la remissione dei sintomi da Candida albicans?

Correggere la propria alimentazione, eliminando tutti gli alimenti ricchi di zuccheri e farine raffinate. Introdurre prodotti con funzione drenante e disintossicante di fegato e pancreas:

  • Tisane a base di Carciofo, Rosmarino, Menta, Finocchio, Liquirizia, Genziana, Calendula.
  • Macerato glicerico (MG) di Rosmarino, Carciofo o Betulla Linfa.
  • Capsule di Carciofo.
  • Astragalo.

Il consiglio del Naturopata

Ricercare un’alimentazione più sana e oculata, integrando alimenti ricchi di fibre e cereali integrali che, rilasciando gradualmente gli zuccheri evitano il picco glicemico; sostenere la flora batterica intestinale e vaginale con validi probiotici; limitare zuccheri e farine raffinate che, oltre a essere alimenti impoveriti, a lungo andare creano nel nostro organismo un ambiente acido, habitat perfetto per lo sviluppo di batteri che causano la produzione di radicali liberi e, di conseguenza, l’invecchiamento precoce. Senza contare poi la forte dipendenza che questi alimenti provocano, una vera assuefazione.

Altrettanto utile è fare un periodo di disintossicazione generale e connettivale (vale a dire una depurazione dei tessuti da tossine a livello profondo, partendo dalle cellule e agendo con rimedi personalizzati, seguita da una consulenza naturopatica) da ripetersi più volte nell’arco dell’anno.

DMCA.com Protection Status
Articolo pubblicato il 24 Febbraio 2016Categoria/e: Curarsi al naturale abitualmente nel ... Visualizzazioni: 3017Permalink: https://ww ... rali/
Alessandra Piazza

Articolo di: Alessandra Piazza

Sono Alessandra Piazza, naturopata specializzata in fitopratica (utilizzo di piante medicinali e fitocomplessi). Mi occupo della cura della persona nella...