pistacchi

Pistacchi americani in campo per il workout di primavera!

Scopri come giocare d’anticipo per tornare in forma

Vincere il match della prova costume sembra impossibile? American Pistachio Growers (APG), l’associazione no profit dei produttori di pistacchi americani, mette in campo due testimonial d’eccezione: Maurizia Cacciatori, campionessa italiana di pallavolo ed Evelina Flachi, nutrizionista e specialista in Scienza dell’Alimentazione. L’obiettivo? Aprire le danze della remise en forme di primavera con una serie di consigli mirati e prêt-à-porter.

Prova costume senza stress? Largo all’attività fisica e ai pistacchi americani!

Stile di vita attivo e alimentazione sana sono la chiave del nostro benessere e, naturalmente, della nostra prova costume. Ergo, per giocare d’anticipo, dobbiamo concentrare i nostri sforzi su attività fisica e alimentazione. Ma come fare a coniugare l’attività fisica con il bisogno di energia? E se abbiamo attacchi di fame?

Spiega Evelina Flachi,

Quando si fa sport (o altra attività fisica di una certa intensità. ndr) non deve mai mancare un adeguato consumo di frutta a guscio come noci, mandorle e pistacchi. I pistacchi, in particolare, sono una buona fonte di energia, soprattutto quando sentiamo di avere un calo energetico e un aumento dello stress, perché forniscono, oltre ai grassi buoni come gli Omega 3, minerali come il magnesio (che aiuta il rilassamento muscolare, evitando l’insorgenza di crampi. ndr).

E ancora,

Con limitate quantità di frutta a guscio come i pistacchi, possiamo avere a disposizione una buona quota di energia e di minerali, quali potassio e magnesio, oltre che di vitamine come B1, B6 e PP, che contribuiscono ad aumentare la resistenza e l’energia muscolare durante l’attività. Inoltre, ricordiamo che i pistacchi forniscono, con le proteine, quegli amminoacidi essenziali utili al recupero muscolare.

Aggiunge Maurizia Cacciatori,

Adoro in generale tutta la frutta secca… l’ho sempre utilizzata durante la mia carriera sportiva tra un set e l’altro di una partita. Golosissima di pistacchi nello yogurt bianco… sono anche un must per i miei bambini. […] Oltre che utili per mantenermi in forma, i pistacchi sono un ottimo toccasana per il buonumore!

Pistacchi promossi a pieni voti dunque. E allora, mettiamoli in campo per il workout di primavera!

insalata-quinoa-pistacchi

Campioni a tavola: ecco le 5 regole da seguire

1. Non saltare le proteine

Assumere proteine, dopo un intenso esercizio fisico, può essere utile al recupero muscolare1. Ottimi allo scopo i pistacchi che, grazie ai 6 g di proteine per porzione (28 g), sono un perfetto snack post-allenamento. Come suggerito dall’Academy of Nutrition and Dietetics, inoltre, assumere un mix di proteine e carboidrati 15-20 minuti dopo l’allenamento, è il miglior modo per “fare rifornimento” di energia, favorire il recupero e la riparazione muscolare, e ricostituire le scorte di glicogeno2.

2. Metti in pista gli antiossidanti

Dolori muscolari e indolenzimento sono, talvolta, una conseguenza diretta di un’intensa attività fisica. Il risultato? Calo dell’attività muscolare e ritardo nel recupero. Alcune ricerche suggeriscono, tuttavia, che gli antiossidanti possano aiutare proprio nella fase di recupero3. La buona notizia? I pistacchi sono una fonte naturale di antiossidanti (luteina, β-carotene e γ-tocoferolo). Quindi? Approfittiamone!

3. Potassio attack!

Un’attività fisica intensa e prolungata, accompagnata da un’altrettanto intensa sudorazione, può causare una perdita di potassio, minerale importantissimo per l’attività neuromuscolare. Il risultato? Astenia, debolezza muscolare e crampi. Fondamentale, quindi, reintegrarlo al più presto. I pistacchi, anche in questo caso, sono perfetti: pensate, una porzione da 28 g contiene più potassio di mezza banana!

4. Assumi carboidrati complessi prima dell’allenamento

Seguire un’alimentazione varia ed equilibrata nei nutrienti è importantissimo sempre; quando ci si allena, lo è ancora di più. Se l’attività è aerobica (corsa, camminata sportiva, nuoto, bicicletta, ecc.) è necessario fornire all’organismo energia a lento rilascio, sotto forma di carboidrati complessi (anche integrali), almeno 2-3 ore prima di iniziare l’attività. Se l’attività è anaerobica (pesi, alzate di potenza, ecc.) aumenta anche l’esigenza proteica, necessaria al recupero dello stress muscolare.

5. Mangia pistacchi dopo

I pistacchi sono meno calorici di noci, mandorle e altra frutta a guscio e contengono una più alta percentuale di acidi grassi monoinsaturi. In più, sono ricchi di fibre che, unitamente alle proteine, favoriscono il senso di sazietà e aiutano a mantenere costanti i livelli di glucosio nel sangue e, di conseguenza, la disponibilità di energia nel tempo. Insomma, un peccato di gola che fa anche bene!

pistacchi

Cuciniamo con i pistacchi!

Oltre a essere ottimi consumati da soli, i pistacchi si sposano benissimo con numerose ricette. Un esempio? L’insalata di carote, pistacchi e feta, firmata da Evelina Flachi: coloratissima e ricca di minerali, antiossidanti e proteine. Perfetta per il recupero post-workout!

Ingredienti per 4 persone:

¾ di tazza di pistacchi sgusciati
½ cucchiaino semi di coriandolo
½ cucchiaino semi di cumino
½ limone, scorza e succo
3 cucchiai olio d’oliva
1 cucchiaio miele chiaro
1 spicchio piccolo d’aglio tritato
1 pizzico di peperoncino
2 carote, pelate e grattugiate
1/3 di tazza di uvetta
1 manciata di coriandolo fresco o menta, tritati grossolanamente
½ tazza di formaggio feta, sbriciolato

Sistema i pistacchi su una teglia da forno e tostali per 5 minuti in forno preriscaldato a 200 gradi, girandoli frequentemente per evitare che brucino. Lasciali raffreddare e tagliali grossolanamente. Metti i semi di coriandolo in un padellino, cuocili a fuoco medio per 1 minuto, mescolando continuamente per evitare che brucino. Quindi, schiacciali leggermente e mettili in una piccola ciotola con la scorza e il succo di limone, l’olio d’oliva, il miele, l’aglio e il peperoncino. Frulla il tutto finché non risulta ben amalgamato. In una ciotola, mescola carote, uvetta, pistacchi ed erbe aromatiche. Aggiungi il condimento e cospargi con la feta sbriciolata. Enjoy!

DMCA.com Protection Status
Articolo pubblicato il 2 maggio 2017Categoria/e: Nonsolosport Visualizzazioni: 3269Permalink: https://ww ... vera/
Valeria Antonelli

Articolo di: Valeria Antonelli

Questa sono io... Entusiasta, estroversa, eclettica. Laureata in Scienze Biologiche, ho un passato da ricercatore scientifico. Da 14 anni mi...