radicali liberi

Radicali liberi: i nemici giurati della tintarella. Ecco come contrastarli!

Finalmente le meritate vacanze! Molti di noi, in questo momento, sono comodamente spaparanzati al sole e si godono la tintarella. Fantastico! Attenzione però agli effetti negativi causati dai radicali liberi. Un esempio? L’invecchiamento precoce della pelle. Quindi che fare? Oltre a proteggerci con opportune creme solari (almeno SPF 30), possiamo aiutarci assumendo quantità adeguate di antiossidanti. Dove li troviamo? In natura sono tantissimi i cibi che li contengono, specialmente frutta e verdura che, in più, sono ricchissime di vitamine (quali A, B1, B2, C, E, PP), anch’esse con un’importante azione antiossidante. Perciò, mangiamone almeno 5 porzioni al giorno e di tutti i colori perché, mai come in questo caso, melius est abundare quam deficere.

Quindi, via libera a pomodori, albicocche, pesche, meloni, pompelmo rosa e anguria (ricchi di licopene e betacarotene); spinaci e zucchine (ricchi di luteina); cavoli cappuccio rossi, ciliegie, frutti di bosco, melanzane, patate viola, prugne nere, radicchio e uva nera (ricchi di antocianine); fragole e mele (ricche di fisetina); asparagi (in stagione), capperi, cipolle, cetrioli e lattuga (ricchi di quercetina), ma non dimentichiamoci di mangiare peperoni, paprika piccante, peperoncino (ricchi di capsaicina) e curcuma (ricca di curcumina) e di bere tanto tè verde e tè nero (ricchi di epigallocatechingallato). Contrastare i radicali liberi sarà una passeggiata!

Radicali liberi: il nemico invisibile

La maggior parte degli organismi complessi richiede ossigeno per la sua esistenza; tuttavia l’ossigeno è una molecola altamente reattiva che danneggia gli organismi viventi producendo specie reattive dell’ossigeno.

I radicali liberi sono prodotti di “scarto” che si formano naturalmente all’interno delle cellule del corpo quando l’ossigeno viene utilizzato nei processi metabolici per produrre energia (ossidazione), ma sono tra i peggiori nemici della salute. Inquinamento atmosferico (industriale, auto, riscaldamento), radiazioni (UVA, raggi X), fumo di sigaretta, assunzione di alcolici, alcuni farmaci (es. cortisone), infiammazioni, pasti ricchi di grassi animali e proteine, alimenti mal tollerati, stress, attività fisica troppo intensa, non fanno altro che aumentare questi processi di ossidazione e di conseguenza la quantità di radicali liberi prodotti.

Il risultato? L’alterazione delle strutture cellulari, incluse le membrane, i lipidi, le proteine e il DNA. Queste alterazioni si possono manifestare con un precoce invecchiamento della pelle, perdita di lucidità dei capelli, indebolimento ed esfoliazione delle unghie e ancora, aumento delle infiammazioni tendinee e dolori articolari fino all’insorgere di varie e gravi malattie quali, diabete, malattie cardiovascolari, renali, tumorali e neurodegenerative.

A. Corti, V. De Tata, A. Pompella. Ligand Assay, 2009;14(1):9-16.

Radicali liberi? Saluti e baci con Reserve!

Se però apparteniamo alla categoria di quelli che “non posso rinunciare al fritto misto”, “le 5 porzioni di frutta e verdura al giorno forse le mangio solo a Natale”, “meno male che c’è McDonald’s!” o, per i più svariati motivi, non assumiamo abbastanza antiossidanti con l’alimentazione, allora abbiamo certamente qualche difficoltà in più ma… Don’t panic! La buona notizia è che possiamo combattere efficacemente i radicali liberi ricorrendo all’uso di integratori che, oltre a essere un concentrato di sostanze benefiche per l’organismo, sono belli e pronti. L’importante è scegliere quello più adatto alle nostre esigenze.

Il mio preferito? Reserve (resveratrolo, in natura presente nella buccia e nei semi dell’uva), mi dà la giusta carica per affrontare anche giornate tutt’altro che perfette! Reserve è un integratore alimentare in gel, una miscela sinergica di potenti antiossidanti, quali bacca di açai, melograno, mirtillo, ciliegia nera, aloe vera, uva e tè verde, una difesa eccellente contro i danni causati dai radicali liberi. Il valore aggiunto di questo integratore? Il resveratrolo ad elevata biodisponibilità (312 mg per bustina monodose che equivale al contenuto medio di resveratrolo di circa 70 litri di vino rosso), con una capacità di assorbimento dei radicali liberi molto superiore a quella di un comune integratore di resveratrolo in capsule (100-500 mg). Il tutto in solo 13 calorie. Reserve è disponibile per l’acquisto online. Scopritelo e innamoratevene come è successo a me. Più comodo di così!

E allora? Buona tintarella a tutti!

DMCA.com Protection Status
Articolo pubblicato il 19 Luglio 2016Categoria/e: Good food aiutarci assumend... Visualizzazioni: 1047Permalink: https://ww ... ella/
Valeria Antonelli

Articolo di: Valeria Antonelli

Sono Valeria Antonelli, biologa e autore del libro "Non avrai altro intestino all'infuori di me!", un manuale pratico per prendersi...