Forza interiore: come trovare la forza in se stessi

Forza interiore del seme che germoglia

Forza interiore. C’è chi ne ha da vendere e chi no. Io appartengo alla prima categoria. È una risorsa che ho allenato tantissimo nel corso della mia vita. Ogni momento difficile, ogni tempesta, ogni sfida, ogni evento, persona, situazione, ostacolo che ho incontrato sul mio cammino e che, molte volte, mi ha totalmente ribaltata, ha contribuito a rafforzarmi, a sviluppare quella forza interiore che mi avrebbe permesso di andare avanti, nonostante le avversità, un passo dopo l’altro.

E non pensare che quello che ho affrontato io sia poca cosa. La vita con me è stata tutt’altro che tenera (nella pagina “chi sono” puoi leggere la mia storia). Ci sono stati momenti in cui ho creduto di non farcela, che quel dolore, quello strappo, quella perdita, quel fallimento era davvero troppo grande per me. Eppure, mi sono sempre rialzata. Tuttavia, ho imparato ad assecondare il movimento della vita, anziché ostinarmi a far rientrare le cose in rigidi binari prestabiliti.

Questo mi permette, oggi, di affermare che i momenti difficili si superano, le tempeste si attraversano, le sfide si affrontano e si vincono grazie alla propria forza interiore, ma è altresì importante mantenersi aperte alla vita e accogliere quello che arriva.

Forza interiore: una risorsa preziosa

La forza interiore è una risorsa preziosa. Ci aiuta a mantenere un atteggiamento fiducioso e ottimista nei confronti della vita, ci aiuta a resistere alle avversità, a non arrenderci di fronte agli ostacoli e a non lasciarci sopraffare da paure e insicurezze, incoraggiandoci a perseverare e ad avere fiducia in noi stesse e nell’Universo, qualunque cosa accada.

È una risorsa che si trova dentro di noi di cui tutte disponiamo, quindi non pensare di non esserne dotata. Si tratta solo di coltivarla e accrescerla. E ogni momento è quello giusto per iniziare a farlo.

Se non ora, quando?

Primo Levi

In fondo, la vita è un viaggio. Gli ostacoli, le sfide, gli imprevisti e i problemi da superare fanno parte di questo viaggio e noi non possiamo fare nulla per evitarli. Sono convinta, però, che attingendo alla propria forza interiore ciascuna di noi sia in grado di superare le prove che, via via, incontra lungo la sua strada.

Il primo passo per farlo è iniziare a guardare i momenti difficili, le esperienze negative, come opportunità di crescita e non come sfiga, punizione divina, e via dicendo.

Le nostre scelte sono lo specchio della nostra forza interiore

E, allora, possiamo lasciarci travolgere, oppure rialzarci. Fare le vittime, lamentarci, incolpare gli altri e il mondo per i nostri problemi, oppure darci da fare per risolverli. Possiamo continuare a preoccuparci di quello che non può essere cambiato, oppure incanalare la nostra energia verso quello che può esserlo. Opporci alle circostanze nuotando controcorrente, oppure stare nel flusso e lasciarci trasportare.

Possiamo continuare a sentirci in colpa e portare pesi che non sono nostri, oppure mollare la presa e aprirci alla vita. Ostinarci a voler replicare traguardi del passato oggi non sostenibili, oppure accogliere l’impermanenza della vita e il cambiamento che essa porta con sé. Senza dimenticare che dai momenti di grande crisi e difficoltà personale, si raccolgono tesori dal valore inestimabile.

E se ti sei resa conto che la tua forza interiore non è esattamente quella di cui avresti bisogno per muovere i tuoi passi e danzare con la vita, puoi sempre scegliere di iniziare a coltivarla per accrescerla ogni giorno un po’ di più.

Vuoi iniziare un percorso di Coaching?
Scrivimi per avere ulteriori informazioni o richiedi la tua sessione conoscitiva gratuita.

Come ritrovare la forza interiore

Quello che ho imparato lungo il mio percorso è che non ci sono regole che funzionano per tutte, né esercizi o formule magiche universali. L’idea è che tu sperimenti e trovi la tua formula per la forza interiore. È solo l’esperienza pratica che può dirti cosa funziona meglio per te.

Puoi però iniziare coltivando alcune delle azioni che hanno funzionato per me:

Stai con quello che c’è

La vita, così come il respiro, è un continuo alternarsi di momenti di contrazione e momenti di espansione. Stare con quello che c’è significa accogliere quello che la vita ti sta offrendo momento per momento. Nei momenti di contrazione, questo può significare fare un passo indietro, rompere vecchi schemi e cercare nuovi strumenti e nuovi alleati che possano sostenere i tuoi passi e illuminare il tuo cammino. Imparare a stare con quello che c’è ti aiuta a coltivare la tua forza interiore. Senza dimenticare che ogni cosa che ti accade è comunque parte del viaggio e ti conduce esattamente là dove devi essere per onorare chi sei e la tua unicità.

Dai un nome alle tue paure

Talvolta capita di non sapere esattamente cosa temiamo o, meglio, di non avere un’idea precisa di cosa scatena la nostra paura rispetto a una certa situazione. Identificare ciò che realmente ti spaventa è un primo passo molto importante. Poniti queste domande: «Perché questa cosa mi fa paura? Mi spaventa sempre? Cosa temo mi possa succedere di brutto? In quali situazioni o luoghi provo paura? Cosa mi aiuta a non avere paura?». Dare un nome alle tue paure ti permette di guardarle in faccia e poi agire per superarle. Guardare in faccia le tue paure accresce la tua forza interiore e anche il tuo coraggio.

Ascolta i tuoi bisogni

Quali sono le emozioni piacevoli e spiacevoli che vivi nella tua vita in questo momento? A quali bisogni sono associate? Prendere coscienza di quali sono i tuoi reali bisogni e fare dei passi concreti per soddisfarli è essenziale per accrescere la tua forza interiore. Puoi iniziare proprio osservando le emozioni che si muovono dentro di te e ascoltando il bisogno che ogni emozione vuole mostrarti. Lo scopo è imparare a distinguere tra ciò di cui hai realmente bisogno e i bisogni illusori creati a tavolino dal consumismo, che altro non fa che incantarti e convincerti a volere sempre di più.

Lascia andare il controllo

La necessità di tenere tutto sotto controllo nasce dal bisogno di sicurezza che è un bisogno primordiale. Il punto è che non puoi avere un controllo totale sulla tua vita. Sono troppe le cose da gestire. Avere la pretesa di controllarle tutte è un inutile dispendio di energia. Occuparti solo di quelle che rientrano nella tua zona di potere (pensieri, credenze, emozioni, parole, azioni), nutre la tua autostima e la tua forza interiore.

Persegui sempre nuovi obiettivi

La forza interiore è una risorsa che cresce via via che punti nuovi obiettivi e ti aiuta a raggiungerli, migliorando il tuo impegno. È importante, però, avere ben chiaro dove si vuole andare, mettere a fuoco cosa si vuole ottenere, come lo si vuole ottenere e perché, entro quando, se è fattibile e ne vale la pena. Questo ridurrà la probabilità di perdersi per strada e/o di arrendersi alle prime difficoltà. E se ti sembra di non farcela, di essere incostante, di fare programmi che poi non riesci a concludere, forse è perché ti stai dando obiettivi troppo ambiziosi. Non dimenticare che sono gli obiettivi a dover essere modellati a tua immagine e non viceversa.

Cura il tuo dialogo interiore

Quello che ti ripeti continuamente diventa la tua realtà, diventa il modo in cui percepisci te stessa e ciò che ti circonda. Tanto più riempi la tua mente di pensieri dannosi e limitanti, quanto più influenzi negativamente i tuoi comportamenti, affossando la tua autostima e la tua forza interiore. Puntare i riflettori della tua mente su cosa fai bene, sulle tue risorse e qualità, sugli aspetti positivi della situazione che stai vivendo, anziché criticarti e/o lamentarti su cosa non va, preserva il tuo ottimismo e la tua energia, aiutandoti ad avere fiducia in te stessa e nella vita che, in ogni momento, sa esattamente cosa ti serve per crescere ed evolvere.

Occupati di te

In che modo? Imparando a mettere te stessa al primo posto, difendendo il tuo tempo personale dai doveri, dagli impegni e dalle continue richieste degli altri; dedicandoti le giuste attenzioni, gratificandoti, coccolandoti, ascoltandoti, amandoti. Se non sei abituata a farlo, puoi iniziare con qualcosa di piccolo, qualcosa che magari ti sembra talmente minuscolo da non fare la differenza; invece, è proprio quell’azione che ti mette in moto. E poi continua così, un passo alla volta. Questo è un aspetto particolarmente importante per trovare forza interiore.

Immergiti nella Natura

Noi siamo parte della Natura, la Natura è parte di noi. Trova momenti per stare a contatto con Lei. Immergi le mani, i piedi, il corpo nell’acqua. Inala il vento e guarda le nuvole o le stelle. Appoggiati a un albero, sdraiati a terra, affonda le dita dei piedi nella sabbia, premi le mani sul muschio. Se c’è neve, esci e prendine una manciata, annusala, fanne sciogliere un po’ sulla punta della lingua, spalmala sul viso. E non dimenticare che hai bisogno di sole per illuminare la tua forza interiore.

Concludo questo articolo con una domanda: «Quale azione farai oggi per alimentare la tua forza interiore?».

Ti aspetto nei commenti.

Scopri i contenuti dedicati

Ehi, ho una newsletter! Si chiama Natura Interiore, la invio il giorno 4 di ogni mese la mattina alle 7 e sarà sempre molto speciale. Parleremo di corpo, mente, emozioni, natura, intuito e tanto altro. Esploreremo temi diversi che ti aiuteranno a conoscerti e manifestare sempre di più la tua essenza più autentica, insieme a esercizi pratici per permetterti di lavorare su di te in totale autonomia. E se sei decisa a fare sul serio, per te subito in regalo la mia pratica audio guidata di ascolto circolare, un’esperienza di osservazione consapevole di te, attraverso il respiro e il corpo.
  • Cliccando su "Mi iscrivo" accetti di ricevere la mia newsletter e acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali in conformità al D.Lgs 196/2003. Per maggiori informazioni consulta la privacy policy. Potrai annullare la tua iscrizione in qualsiasi momento: il link per disiscriverti sarà presente in calce a ciascuna newsletter.

  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.
Condividi l'articoloFacebookTwitterLinkedIn
Valeria Antonelli
Scritto da
Valeria Antonelli
Lascia un commento